,

Sportello di conciliazione “Accordia”

Che cosa è

Uno sportello di conciliazione promosso dall’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma, che accoglie ed esamina gratuitamente le denunce dei cittadini.

I cittadini che ritengano di essere vittima di episodi di malasanità imputabili alla responsabilità dei medici, possono rivolgersi allo sportello, che valuterà se sussista la possibilità di conciliare la controversia, accordando un risarcimento economico.

Al progetto sperimentale aderiscono alcune Compagnie Assicurative, l’Ordine degli Avvocati e la Corte d’Appello. Ciò consentirà di arrivare ad un accordo tra medico e paziente, al di fuori delle vie giudiziarie, e all’eventuale risarcimento economico richiesto dal paziente, entro 90 giorni dalla richiesta.

 

Come funziona

Lo Sportello riceve la domanda del cittadino e tutti i documenti necessari, valuta la disponibilità del medico a partecipare alla procedura conciliativa, trasmette tutto alla Commissione Tecnica.

La Commissione Tecnica è un organo indipendente formato da 2 avvocati, 2 medici legali ed un esperto assicurativo: esamina tutti gli atti della controversia. Se darà il suo benestare, un Conciliatore proporrà un accordo tra paziente e medico, da formalizzare presso la Camera di Conciliazione. Entrambi valuteranno se accettare la soluzione proposta o ricorrere alla giustizia ordinaria.

 

Dove rivolgersi

Lo Sportello di Conciliazione è presso la sede dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, in Via G, B. De Rossi, 9, nei giorni di lunedì e venerdì ore 9.00/13.00 e mercoledì ore 15.15/17.00, Tel. 06.4417121 o tramite il sito internet www.ordinemediciroma.it

 

In quali casi può intervenire “Accordia”

– Controversie tra medico e paziente e non tra le strutture coinvolte e la persona

– Controversie civili e non penali

– Controversie su eventi avvenuti nella Provincia di Roma, che hanno coinvolto medici iscritti all’Ordine

– Controversie che riguardino medici che abbiano preventivamente aderito al progetto “Accordia”

– Controversie per le quali non ci sia una richiesta di risarcimento per via legale

– Controversie con richieste di risarcimento non superiori ai 25.000 €.

 

Quanto costa

L’intervento di “Accordia” è gratuito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *