Medico di famiglia

MEDICO DI FAMIGLIA

 

Quali sono i suoi compiti

– le visite domiciliari ed ambulatoriali a scopo diagnostico e terapeutico; – il consulto dello specialista e l’accesso presso gli ambienti di ricovero in fase di accettazione, di degenza e di dimissione del proprio paziente;

– la tenuta e l’aggiornamento di una scheda sanitaria individuale;

– l’obbligo di effettuare le vaccinazioni antinfluenzali nell’ambito di campagne vaccinali rivolte a tutta la popolazione a rischio, promosse ed organizzate dalle ASL, con modalità concordate.

 

Sono previsti anche altri compiti con compensi aggiuntivi

– assistenza programmata al domicilio dell’assistito;

– assistenza programmata nelle residenze protette e nelle collettività;

– visite occasionali.

L’attività del medico curante viene prestata nello studio o al domicilio, quando non è possibile la trasferibilità del malato. La visita domiciliare deve essere eseguita in genere nel corso della stessa giornata, se la richiesta perviene entro le ore dieci; se invece la richiesta perviene dopo le ore dieci, la visita dovrà essere effettuata entro le ore dodici del giorno successivo. Nelle giornate di sabato il medico non è tenuto a svolgere attività ambulatoriale, ma è obbligato ad eseguire le visite domiciliari richieste entro le ore dieci dello stesso giorno, nonché, quelle eventualmente non ancora effettuate, richieste dopo le ore dieci del giorno precedente.

Nei giorni prefestivi valgono le stesse disposizioni previste per il sabato, con l’obbligo però di effettuare attività ambulatoriale per i medici che in quel giorno la svolgono ordinariamente al mattino.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *