,

Il ricovero ospedaliero

Il ricovero urgente può essere attivato:

  • accedendo direttamente al Pronto Soccorso Ospedaliero;
  • tramite Guardia Medica che si attiva chiamando lo 06570600 dalle 20 alle 8 di tutti i giorni feriali, dalle 10 del sabato o di altro giorno prefestivo, alle 8 del lunedì o del giorno successivo al festivo;
  • chiamando il 118, numero unico per l’emergenza sanitaria a livello regionale e nazionale, attivo 24 ore su 24.

 

Il Servizio di Pronto Soccorso presta le prime cure urgenti e, verificata la necessità del ricovero, provvede ad assicurare un posto letto nell’Unità operativa. Nel caso che il ricovero non sia possibile per carenza di posti letto o per necessità di cure presso altro Istituto, l’Ospedale provvede al trasferimento con mezzi ed assistenza adeguata.

 

Il ricovero ordinario programmato

Tale modalità di ricovero, prevista per patologie non urgenti, può essere proposta:

  • da un medico di pronto soccorso;
  • dallo specialista ambulatoriale ospedaliero in seguito a visita o a proposta del medico di base

La richiesta di ricovero viene compilata dallo specialista ambulatoriale su apposito modulo dove è specificato il codice della patologia, che provvede anche all’inserimento nella lista di attesa.

Il paziente sarà poi contattato dal reparto designato al ricovero, che gestisce la lista di attesa.

 

Il day hospital

È un ricovero programmato a ciclo diurno disposto dallo specialista ambulatoriale ospedaliero in seguito a visita o a proposta del medico di base o di pronto soccorso.

 

Il day surgery

È un ricovero programmato a ciclo diurno, per interventi chirurgici, disposto dal chirurgo ambulatoriale dell’ospedale.

 

 La degenza in Ospedale

Al momento del ricovero è necessario avere con sé la tessera sanitaria e un documento di identità valido.

Va consegnata al Caposala o al personale infermieristico eventuale documentazione clinica di cui si è già in possesso (ad es. radiografie, analisi, esami vari ecc.).

È opportuno comunicare il recapito di un familiare o di una persona di fiducia ed, eventualmente, il nominativo del familiare o persona di fiducia a cui il medico può rilasciare informazioni sullo stato di salute.

L’Ospedale non è responsabile di eventuali furti: è consigliabile non tenere oggetti di valore o denaro contante, se non quello strettamente necessario.

 

  • Cosa portare in Ospedale

Pigiama, pantofole, vestaglia, articoli per l’igiene personale. Non servono posate e bicchieri in quanto forniti dal reparto.

 

  • Visite dei familiari

Sono consentite in orari diversi a seconda dei vari reparti di degenza (informazioni più dettagliate possono essere richieste al Punto Accoglienza sito all’ingresso principale o reperite nelle singole presentazioni dei Reparti).

Si consiglia di limitare i visitatori a due persone per paziente e si ricorda che non è consigliabile, per evidenti motivi igienico sanitari, portare a visita bambini al di sotto dei 12 anni.

 

  • I pasti

La produzione e la distribuzione dei pasti è affidata ad una ditta esterna che opera all’interno dell’ospedale secondo procedure definite dall’Azienda USL.

I pasti ordinari consentono al degente di scegliere fra tre diversi menù; i pasti speciali vengono prescritti dal medico e dalle dietiste con riferimento alla patologia clinica.

orari dei pasti

Colazione ore 07.00 – 08.00

Pranzo ore 12.30 – 13.30

Cena ore 19.00 – 20.00

Sono previsti menù speciali che rispettano altre culture o specifici dettami religiosi.

 

La dimissione dall’Ospedale

Al momento della dimissione viene consegnata al paziente una relazione clinica completa, indirizzata al medico di famiglia, il quale potrà contattare i medici del reparto per ulteriori informazioni.

 

  • Le dimissioni protette

La dimissione protetta è riservata a quei pazienti che, dopo le dimissioni, necessitano di ulteriori indagini, che verranno completate con successivo accesso programmato (entro 30 giorni).

 

  • Copia cartelle cliniche e certificazioni sanitarie

Per informazioni sulla richiesta, rilascio della documentazione sanitaria (copia conforme all’originale cartella clinica, certificazioni e cartellini ambulatoriali) e sul pagamento di essa, contattare lo sportello di accettazione, da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 12.00. Richieste e ritiri possono essere effettuati anche da persone diverse dal diretto interessato, solo se munite di documento di riconoscimento proprio e dell’assistito, e di delega sottoscritta da quest’ultimo. È previsto, a richiesta, un servizio di recapito a domicilio dietro pagamento delle relative spese di spedizione.

 

 

  • Distribuzione farmaci

La dispensazione di farmaci prescritti ai pazienti al momento delle dimissioni, limitatamente al fabbisogno per 7 giorni, è curata dal Servizio Farmaceutico Ospedaliero

 

Servizi presenti in Ospedale

  • Servizio Sociale

Il paziente può richiedere la consulenza dell’assistente sociale presso il proprio Reparto.

 

  • Dichiarazione di nascita

Presso il Reparto Ginecologia e Ostetricia è possibile effettuare la dichiarazione di nascita dei bambini nati in Ospedale, entro 3 giorni dalla nascita, in base alla normativa vigente. Le registrazioni sono effettuate il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 10.00.

 

  • Assistenza Religiosa

È assicurata da due cappellani cattolici che possono essere contattati su chiamata del personale del Reparto di degenza. Presso la Cappella  si celebrano le Sante Messe nei seguenti orari: Festivi ore  11.00 – Sabato e prefestivi ore 16.30 – Feriali ore 16.30

 

I pazienti di fede islamica possono rivolgersi, direttamente o su chiamata del personale, alle Moschee presenti sul territorio.

 

Per i degenti di religione ebraica vige una convenzione con l’Ufficio Rabbinico di Roma che, su richiesta del reparto di degenza assicura l’invio di un ministro di culto.

 

Per i degenti di altre confessioni, su richiesta del paziente, il personale si attiva per garantire l’assistenza religiosa.

 

Servizio CUP Centro Unico di Prenotazione

Presso  gli Sportelli CUP dell’Ospedale, per l’attività specialistica è possibile prenotare le prestazioni sanitarie erogabili nell’Azienda USL e pagare il ticket per tali prestazioni.

Nei pomeriggi dove si verifica una grande affluenza di pubblico l’erogatore dei numeri d’attesa può essere disattivato in anticipo, rispetto all’orario di chiusura degli sportelli, per consentire di terminare tutte le prenotazioni degli utenti in coda.

Il Centro Unico di Prenotazioni (CUP) si trova al piano terra nell’atrio principale dell’Ospedale. Chiusura i giorni festivi e per la festività del Santo Patrono il 29 giugno.

I pagamenti dei tickets possono essere effettuati anche presso la ricevitoria SISAL attiva presso il bar dell’ospedale.

 

Presso gli sportelli CUP e in tutti gli Sportelli al Pubblico Aziendali è stato adottato un regolamento di cortesia che garantisce la precedenza agli sportelli alle seguenti categorie di utenti:

  • invalidi al 100%
  • persone dagli 80 anni in su
  • donne in gravidanza a partire dalla 36esima settimana
  • donne con gravidanza a rischio – codice M50
  • esenti per patologia – codice 048

 

 

 Servizio CUP Laboratorio Analisi

Presso il CUP Laboratorio Analisi è possibile presentare la richiesta, su ricetta rosa del Servizio Sanitario Nazionale, di esami di Laboratorio analisi, senza prenotazione ma direttamente nel giorno in cui si debbono eseguire gli esami.

 

Il Centro Unico di Prenotazioni (CUP) per il Laboratorio Analisi si trova al piano terra dell’Ospedale.

Chiusura i giorni festivi e per la festività del Santo Patrono il 29 giugno.

Gli sportelli si occupano della registrazione e del pagamento del ticket per gli esami ematici da eseguirsi nella stessa mattinata.

Presso gli sportelli CUP e in tutti gli Sportelli al Pubblico Aziendali è stato adottato un regolamento di cortesia che garantisce la precedenza agli sportelli alle seguenti categorie di utenti:

  • invalidi al 100%
  • persone dagli 80 anni in su
  • donne in gravidanza a partire dalla 36esima settimana
  • donne con gravidanza a rischio – codice M50
  • esenti per patologia – codice 048

Attività libero professionale

Così come previsto dalla vigente normativa, i sanitari possono svolgere Attività Libero Professionale Intramoenia (ALPI).

L’attività libero professionale intramuraria (ed extramuraria) è la possibilità di esercitare la propria attività da parte di medici specialisti autorizzati, al di fuori dell’orario di lavoro, presso le strutture del Servizio Sanitario Nazionale (Azienda Sanitaria Locale, Presidio Ospedaliero, Dipartimenti funzionali) e/o presso i propri studi privati. Il ricorso a questo tipo di attività avviene esclusivamente su libera scelta dell’assistito e con delle tariffe controllate.

 

Lo sportello per la prenotazione delle prestazioni specialistiche in regime di intramoenia è ubicato a piano terra, adiacente gli portelli CUP, ed è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle  13.00 e dalle 13.30 alle 18.00.  Si può prenotare anche telefonicamente.

Donazione sangue

Presso il Centro Trasfusionale, situato al I° piano dell’Ospedale, si può donare il sangue tutti i giorni dalle 8.00 alle 11.00: è sufficiente presentarsi con un documento di identità , a digiuno o dopo aver bevuto un caffè, un thè senza latte oppure un succo di frutta.

 

Camera mortuaria

È ubicata all’esterno del Presidio ospedaliero. È aperta nei giorni feriali dalle 7.00 alle 15.00 e nei giorni festivi dalle 7.00 alle 13.00.

 

Servizi accessori

Bar

Il bar interno è situato al piano terra ed è aperto dal lunedi al sabato dalle ore 6.30 alle ore 18.30; la domenica dalle ore 7.00 alle ore 17.00; festivi dalle ore 7.00 alle ore 14.00.

 

Telefoni pubblici

Nell’atrio dell’Ospedale è in alcuni corridoi principali adiacenti i reparti di degenza sono presenti apparecchi telefonici pubblici.

 

Sportello bancomat

È situato a piano terra.

 

Distributori Automatici

Su tutti i piani dell’ospedale sono presenti distributori automatici di bevande e prodotti dolciari confezionati.

 

Sala giochi

Presso la pediatria è presente una sala giochi per i piccoli degenti.

 

Diritti e doveri del ricoverato

Diritti

Nessuna persona può essere sottoposta a trattamenti sanitari senza il suo consenso informato;

L’accesso ai servizi sanitari è garantito ai cittadini in maniera equa;

È garantita la riservatezza sulle informazioni che riguardano la salute di ogni paziente;

Chi presta attività in Ospedale deve essere identificabile; in particolare, al paziente è comunicato il nome del medico responsabile delle cure;

Le informazioni su diagnosi, terapia, eventuali rischi ad essi legati, nonché le possibili alternative, devono essere complete, aggiornate e comprensibili per il paziente;

Per i minori il consenso ai trattamenti sanitari è espresso da chi esercita la potestà genitoriale o dal tutore;

Il paziente è informato dell’ intenzione di usare il suo caso clinico per attività di insegnamento o di ricerca, e deve sempre essere richiesto il suo consenso;

Viene garantito il coordinamento fra il medico ospedaliero e il medico curante;

La dimissione dall’ospedale è preceduta da adeguate informazioni al paziente e/o ai familiari;

Sono graditi suggerimenti utili al miglioramento dell’attività ospedaliera;

Ai reclami verrà fornita risposta scritta e/o verbale

Doveri

Il paziente deve fornire informazioni complete e precise sulla sua salute, su eventuali patologie croniche e relativi farmaci utilizzati;

È responsabilità del paziente il rispetto delle prescrizioni raccomandate dal medico curante;

Ogni paziente deve tenere un comportamento rispettoso delle esigenze degli altri pazienti e degli operatori ospedalieri; aver cura nell’utilizzo dei beni dell’ospedale, non fumare e limitare il numero dei propri visitatori;

Gli oggetti di proprietà di altri e dell’ospedale devono essere rispettati;

Gli appuntamenti fissati devono essere rispettati

Vita in Ospedale

I farmaci

Durante il ricovero, i medicinali vengono forniti direttamente dal reparto; è pertanto assolutamente vietato l’uso di farmaci portati da casa in quanto potrebbero interferire con quelli prescritti dai sanitari.

I pasti

Essere ricoverati comporta molto spesso il disagio di dover consumare pasti che non incontrano il proprio gusto; l’Ospedale offre, pertanto, l’opportunità di scegliere fra tre menù variabili. E’ quindi sconsigliato farsi portare pietanze da casa, cosa peraltro assolutamente vietata qualora ci si debba attenere a un particolare regime dietetico prescritto dai medici.

La cura della persona

Ogni stanza è dotata di bagno con doccia.

I telefoni

Telefoni pubblici sono dislocati in tutto il Presidio. A causa di possibili interferenze, è vietato l’uso dei telefoni cellulari in tutte le zone dove siano in funzione apparecchiature elettromedicali a scopo diagnostico/terapeutico.

Radio e Televisione

Ogni stanza è dotata di apparecchio televisivo, mentre è possibile portare da casa radio ecc.

Si raccomanda di regolare il volume in modo da non arrecare disturbo agli altri pazienti.

 

Il ristoro

All’interno dell’Ospedale è presente un punto di ristoro.

Le visite di parenti e amici

Di norma è possibile far visita al paziente durante l’intera giornata, ma si consiglia di informarsi preventivamente circa possibili limitazioni dettate da particolari esigenze di reparto.

In ogni caso è opportuno evitare un afflusso massiccio e disordinato che, oltre ad essere sconsigliato per lo stesso familiare/amico ricoverato, potrebbe creare disagio agli altri pazienti.

Può essere consentita la presenza continuativa di un accompagnatore accanto al degente. Per ulteriori informazioni ci si potrà rivolgere al Caposala del reparto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *