,

Diritto alla scelta del luogo di cura

Cosa è

Il diritto degli anziani ad esprimere la propria volontà di fronte alla proposta di ricovero in un centro residenziale, come la RSA o la lungodegenza, per l’accudimento o la cura della propria persona.

 

Quando

Nel momento in cui l’anziano ha difficoltà a gestire le proprie necessità quotidiane, durante il ricovero in ospedale o nel proprio domicilio, può essere sottoposto alla visita dell’Unità Valutativa Territoriale su richiesta dei familiari o degli operatori sociali. In seguito a questa visita, l’Unità Valutativa, generalmente composta da un medico, un infermiere ed un assistente sociale, individua le forme d’intervento necessarie (assistenza domiciliare socio-sanitaria, inserimento in una casa di riposo, in una RSA o in una Lungodegenza) per consentire all’anziano di continuare a vivere con l’aiuto di cui necessita, nonostante le difficoltà in cui si trova.

 

Diritto dell’anziano

Durante questa visita, per legge, l’Unità Valutativa Territoriale è tenuta a chiedere il consenso all’anziano su qualunque decisione venga presa.

L’anziano può rifiutare, ad esempio, il suo inserimento in un struttura residenziale e chiedere di tornare o restare nella propria casa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *