,

Deduzione per gli addetti all’assistenza

Le spese pagate dal contribuente agli addetti (badanti) alla propria assistenza personale, o a quella delle persone indicate nell’articolo 433 del codice civile (coniuge, figli, genitori, generi e nuore, suoceri/e, fratelli/sorelle) nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana sono diventate detraibili (dall’imposta sui redditi) nella percentuale del 19%, calcolabile su un ammontare di spesa non superiore a 2.100 euro. Inoltre è stato introdotto un limite di reddito del contribuente: se supera i 40.000 euro la detrazione non viene concessa. Quindi, se un contribuente spende – supponiamo – 8.000 euro, può portare in detrazione solo 2.100 euro. Di questi, il 19% (399 euro) sarà detratto dall’imposta dovuta all’erario.

 

In sintesi:

A chi

Quanto

Su cosa

Deduzione per servizi domestici A tutti i contribuenti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale) Deduzione dal reddito fino a 1549,37 euro Solo sui contributi previdenziali e assistenziali
Detrazione per l’assistenza personale Solo per le persone non autosufficienti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale o civilmente obbligati) Detrazione del 19% fino a 2.100 euro di spesa. Limite di reddito di 40.000 euro Spese per la retribuzione di addetti all’assistenza (anche colf e badanti)
Spese mediche e di assistenza specifica A tutti i contribuenti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale) Detrazione del 19% della spesa sostenuta Spese per operatori sanitari e di assistenza con qualifica professionale
Spese mediche e di assistenza specifica Alle persone con certificazione di invalidità o handicap (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale o civilmente obbligati) Deduzione dal reddito della spesa sostenuta Spese per operatori sanitari e di assistenza con qualifica professionale

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *