, , ,

Come rimuovere le cisti sebacee in modo naturale

Come rimuovere le cisti sebacee in modo naturale

Le cisti sebacee sono protuberanze dall’aspetto oleoso che si formano sotto la pelle a causa del blocco della ghiandola sebacea da una proteina chiamata cheratina.

Nonostante siano molto antiestetiche, queste cisti non rappresentano un rischio per la nostra salute, e non causano ulteriori sintomi.

come eliminare le cisti di grassoSpesso hanno un odore sgradevole, dovuto al liquido giallognolo che si accumula all’interno. Le cisti possono avere dimensioni varie, e sono solite formarsi sulle ascelle, nell’area genitale o sulle gambe.

Le cisti sebacee non vanno schiacciate, in quanto possono causare infezioni. Scopri come rimuovetele in modo naturale.

Olio essenziale dell’albero del tè

Ricco di proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Versa qualche goccia di questo olio su un batuffolo di cotone, e poggialo sulle cisti due o tre volte al giorno.

Aloe vera

Il gel di aloe vera possiede numerosissime proprietà per la nostra salute. Applica un po’ di gel direttamente sulla cisti, varie volte al giorno e fino a farla sparire completamente.

Echinacea

L’infuso di echinacea ha proprietà depurative, ottime per eliminare le tossine ed accelerare il recupero della pelle. Sia il consumo, che l’applicazione diretta, rinforzano le difese dell’organismo ed evitano lo sviluppo di infezioni cutanee.

Olio di ricino

Nonostante sia grasso, l’olio di ricino è molto efficace come trattamento contro le cisti. Il suo effetto antinfiammatorio riduce il gonfiore e la sensazione di prurito. Immergi un batuffolo di cotone nell’olio di ricino, e applicalo sulla cisti.

Aceto di mele

Possiede effetti antibiotici capaci di ridurre l’infiammazione e l’infezione delle cisti. Applicare direttamente sulla pelle

Sali de Epsom

Famosi per il loro effetto rilassante ed esfoliante, aiutano a purificare la pelle eliminandone le impurità.
Versa 125 grammi di sali di Epsom nella vasca da bagno, ed immergi il corpo per 20 minuti.

 

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *