,

Riduzione spese postali

Chi può richiederla

Un anziano con più di 70 anni, che deve pagare un conto corrente intestato a suo nome.

 

Come si richiede e quanto si paga

È necessario esibire un documento di identità prima di pagare il ccp, presso qualsiasi Ufficio Postale. Per ogni ccp si pagano € 0,70 invece di € 1,30.

 

,

Riduzione del canone telefonico

Chi può richiederla

I nuclei familiari con un anziano che percepisce la pensione sociale o un anziano al di sopra di 75 anni di età con un reddito annuo non superiore a € 6.713,93.

 

Come si richiede

È necessario inviare a mezzo raccomandata alla Telecom il modulo compilato, un’attestazione rilasciata dall’INPS, da un centro di assistenza fiscale (CAF), o dal comune, contenente tutte le informazioni necessarie per il calcolo dell’Indicatore di Situazione Economica Equivalente (vedi aiuto e assistenza sociale/programma “viva gli anziani”/ISEE), ossia del reddito e la fotocopia di un documento di riconoscimento.

,

Esenzione dalla tassa comunale per la nettezza urbana

Chi può richiederla

Le persone con più di 60 anni con redditi minimi, i nuclei familiari con una persona disabile, con un grado di invalidità di almeno il 75%, certificato dalle competenti strutture pubbliche.

È inoltre prevista la riduzione della tassa del 25% per chi vive solo. Sono previsti inoltre requisiti di reddito. Per informazioni telefonare allo 06.06.06 o al Tel. 06.670300

 

Come si richiede

È necessario presentare la domanda entro il 20 gennaio, compilando l’apposito modulo:

– consegnandolo presso il proprio Municipio (vedi aiuto e assistenza sociale/municipi)

– inviandolo per fax al numero 06.67103333/4755 allegando un documento di riconoscimento;

– per posta a: Comune di Roma – II Dipartimento – II UO Tributi -Ufficio Tassa Smaltimento Rifiuti – Via Ostiense, 131/L – 00154 Roma.

,

Esenzione dal ticket

Chi può richiederla:

Esenzione sulle analisi, lastre, ecografie, visite specialistiche, diagnostica in genere, possono essere richieste per le seguenti categorie:

  1. Età superiore ai 65 anni e reddito lordo inferiore a € 36.151
  2. Età superiore ai 60 anni, titolari di pensione al minimo con reddito lordo inferiore a € 8.624, per il singolo € 11.362
  3. Familiari a carico di cittadini titolari di pensione sociale o assegno sociale
  4. Invalidi civili con percentuale maggiore del 67%, ciechi parziali e sordomuti
  5. Invalidi di guerra
  6. Grandi invalidi per servizio o per lavoro
  7. Persone affette da alcune patologie (carcinoma, ipertensione, diabete ed altre); in tal caso l’esenzione riguarda gli accertamenti diagnostici e le visite relative alla patologia.

 

Come si richiede

Tutte le esenzioni devono essere documentate con un tesserino che viene rilasciato dagli Uffici Esenzioni della ASL di residenza dell’interessato.

– Per le esenzioni per reddito è necessario presentare un’autocertificazione.

Talvolta anche senza cartellino di esenzione, le ASL accettano di non far pagare gli aventi diritto, previa firma dell’interessato dietro la ricetta medica (che autocertifica i propri redditi di volta in volta)

– Per le esenzioni per invalidità è necessario presentare il verbale

– Per le esenzioni per patologia è necessario presentare un certificato medico specialistico.

È stato abolito il ticket di 1 € sui farmaci di fascia A.

,

Esenzione Canone Televisivo

Gli anziani superiori ai 75 anni di età e che non percepiscono redditi superiori a 6.713 euro annui (8.000 euro dal 2016), sono esentati dal pagamento del canone televisivo.

Il modulo per la richiesta e per l’eventuale rimborso del canone erroneamente pagato in anni precedenti è disponibile presso gli sportelli e sul sito internet dell’agenzia delle entrate.