,

Tribunale dei diritti del malato

Cosa è

Il Tribunale per i diritti del malato è un’associazione, promossa da “Cittadinanza Attiva” (Movimento Federativo Democratico), nata nel 1980 per tutelare i diritti dei cittadini nell’ambito dei servizi sanitari e assistenziali e per contribuire a una più umana e razionale organizzazione del servizio sanitario. Il Tribunale è costituito da cittadini comuni, ma anche da operatori dei servizi e da professionisti, che si impegnano a titolo volontario.

 

Cosa fa

Promuove campagne in ambito sanitario. Raccoglie le denunce dei cittadini, al fine di favorire l’umanizzazione della sanità.

 

Dove

 Ufficio Regionale di cittadinanza attiva Tel. 06.6385881

 

c/o Ospedale San Camillo

Circonvallazione Gianicolense, 87- 00152 Roma

Tel. 06.58704579

mart. giov. 10.00/13.00

 

c/o Centro Oftalmico

Piazzale degli Eroi, 11 – 00136 Roma

Tel. 06.68808602

giov. 10.30/12.30

 

c/o Ospedale Sandro Pertini

Via dei Monti Tiburtini, 385 – 00157 Roma

Tel. 06.41433372

merc. e ven. 9.00-12.00

 

c/o Policlinico Umberto I

Viale del Policlinico – 00161 Roma

Tel. 06.49970286

lun. mart. giov. 10.00/12.00

 

c/o Ospedale Sant’Eugenio

Piazzale dell’Umanesimo, 10 – 00144 Roma

Tel. 06.5912802

mart. merc. e giov. 10.00/12.00

 

c/o Ospedale San Giovanni

Via Amba Aradam, 2 – 00184 Roma

Tel. 06.77055237/921, 06.70474579

lun. 16.00/18.00 mart. e giov. 10.00/12.00

 

c/o Ospedale G. B. Grassi

Via Passeroni, 38 – 00122 Ostia (Roma)

Tel. 06.56482154/2070/4180

mart. giov. 10.00/12.00

 

c/o Ospedale San Giacomo

Via Canova, 29 – 00187 Roma

Tel. 06.36266459 c/o Urp Ospedale

lun. merc. 10.00/12.00

 

c/o Poliambulatorio Mirti

Piazza dei Mirti, 45 – 00171 Roma

Tel. 06.41433880/06.41601880

lun. merc. ven. 10.00/12.00

 

c/o Poliambulatorio Casalotti

Via Boccea, 625 – 00166 Roma

Tel. 06.68354556

 

c/o Ospedale Villa San Pietro

Via Cassia, 600 – 00189 Roma

Tel. 06.33582032

merc. 16.00/18.00 ven. 10.00/12.00

 

c/o Poliambulatorio Bresadola

Via G. Bresadola, 56 – 00171 Roma

Tel. 06.41434811/06.21800930

mart. giov. ven. 16.00/18.00

 

c/o Villa Betania

Tel. 06.39940210

merc. 11.00/12.00

 

c/o Ospedale Spallanzani

Via Portuense, 292 – 00149 Roma

Tel. 06.58704579 (S. Camillo)

mart. giov. 10.00/13.00

 

c/o Poliambulatorio

Via S. Tommaso D’Aquino

Tel. 06.68353505

mart. 9.30/11.00

 

,

Sportello per la tutela dei consumatori

Cosa è

Un ufficio promosso dal Comune di Roma, con il compito di ricevere e risolvere i reclami dei cittadini, offrire consulenza e tutela giuridica, tramite uno staff specializzato nella Tutela del consumo. Ad esempio ci si può rivolgere al servizio per problemi legati a: acquisto vestiti fallati, lettura delle bollette, riparazione oggetti in garanzia, ecc.

 

Dove è

Lungotevere De Cenci, 7 (piano terra) – Tel. 06.67106293/304 dal lunedì al venerdì 9.00/13.00 e lunedì e mercoledì anche 14.00/17.00.

 

Sedi decentrate sportello tutela consumatori e utenti:

 

II Municipio

 Via Goito 35/37

merc. ore 9.00/12.00

Tel. 06.69603610

 

V Municipio

 Via Torre Annunziata 1

mart. ore 10.00/13.00 – giov. ore 10.00/13.00

Tel. 06 69606334

 

VI Municipio

Via Fortifiocca 71

lun. ore10.00/13.00 – giov. ore 15.30/18.30

Tel. 06.69609215

 

VIII Municipio

presso Centro Commerciale “I Granai” Via M. Rigamonti 100

ven. ore 16.00/19.30

Tel. 06.58157959

,

Sportello tutela anziani “Buongiorno”

Cosa è

Un Ufficio che offre informazione legale, e, in alcuni casi, tutela legale per la terza età. Il servizio è gratuito.

Sono previste visite domiciliari per anziani non autosufficienti intrasportabili.

 

Dove è

L’Ufficio è in Via Portuense 220, dal martedì al giovedì ore 10.00/13.00 e 15.30/18.30.

È necessario prendere appuntamento: Tel. 06.5579677.

Negli orari non di sportello è attiva una segreteria telefonica in cui lasciare un messaggio.

,

Sportello per anziani vittime di reato “Saver”

Cosa è

Un servizio organizzato dall’Assessorato alla Sicurezza del Comune di Roma, che fornisce gratuitamente consulenza legale sui temi di diritto privato e pubblico, civile e penale, e che provvede a segnalare i singoli casi ai servizi territoriali competenti. Offre assistenza psicologica.

Se un anziano ha subito un furto con scasso, gli operatori dello sportello possono provvedere alla riparazione del danno e alla sostituzione della serratura di casa.

Negli ultimi tempi ha offerto consulenza anche su sfratti e amministratore di sostegno.

 

A chi è rivolto il servizio

A tutti gli anziani residenti a Roma, vittime di reato.

 

Come contattare il servizio

Telefonare al numero 06.57305104 dal lunedì al venerdì ore 9.00/20.00; il sabato ore 9.00/13.00. Durante la notte è attivo un servizio di segreteria telefonica, così da garantire l’attivazione degli interventi nella giornata lavorativa successiva alla raccolta della richiesta.

,

Sportello del condominio

Cosa è

Uno sportello organizzato dai Municipi in collaborazione con l’ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari  – sede di Roma).

I cittadini possono ottenere dai consulenti ANACI una qualificata risposta di carattere giuridico, legale, tecnico e contabile, per la soluzione di problematiche connesse alla vita in condominio.

 

Chi può fare richiesta

Tutti i cittadini, indipendentemente dal Municipio di residenza.

 

Come richiedere il servizio

L’attività di consulenza viene svolta presso alcune sedi dei Municipi (vedi Municipi) è consigliabile chiedere informazioni sulla sede più vicina al proprio Municipio telefonando al Tel. 060606.

 

Municipio II

Via Dire Daua, 11 – 1° piano martedì ore 14.30/17.00

Via Goito, 35 martedì ore 16.00/18.00

 

Municipio IX

Via I. Silone, I Ponte, piano terra martedì ore 14.30/16.30

 

Municipio XV

Via Sabotino, 4 1° Piano giovedì ore 10.00/13.00

 

È possibile chiedere una consulenza giuridica e legale telefonando al Tel. 06.85345783 ore 16.00/19.00. A tale scopo è anche possibile inviare la richiesta per e-mail a: carlodimarcantonio@libero.it

,

Sportello di conciliazione del Comune di Roma

Cosa è

Un ufficio del Comune di Roma, istituito per trovare accordi, su controversie tra il cittadino e il Comune di Roma o Aziende collegate (Metro, STA, AMA…).

 

Chi può ricorrere allo sportello

Tutti i cittadini che ritengono di vantare un diritto leso dall’attività del Comune di Roma. Ad esempio, se un anziano, cadendo in una buca per strada, riporta fratture e vuole chiedere un risarcimento, può ricorrere allo Sportello di Conciliazione, nel caso in cui la somma che intende chiedere non superi gli € 12.900.

 

Dove e come si presenta la domanda

Se si chiede un risarcimento danni, la domanda si presenta all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, del Municipio nel cui territorio è avvenuto il fatto (vedi URP municipali). In altri casi, come nei crediti contrattuali, all’URP del Dipartimento o del Municipio in cui è in vigore il Contratto.

È necessario compilare un modulo e allegare tutti i documenti utili.

 

Che succede

La Camera di Conciliazione fissa un’udienza, presso la Camera di Conciliazione in Via Valadier, 42, VI piano, durante la quale le parti espongono le proprie ragioni e cercano un accordo. Se il tentativo va in porto, si firma un verbale. Nel caso il Comune debba pagare un risarcimento, questo viene corrisposto subito o entro 60 giorni dalla firma del verbale.

 

Quanto si paga

Non è necessaria l’assistenza di un legale. Tutto il procedimento è gratuito.

 

Dov’è lo Sportello di Conciliazione

Via del Circo Massimo, 9 Tel. 06.671071611

lunedì e venerdì ore 9.00/13.00 martedì e giovedì ore 15.00/17.00

,

Sportello di conciliazione “Accordia”

Che cosa è

Uno sportello di conciliazione promosso dall’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma, che accoglie ed esamina gratuitamente le denunce dei cittadini.

I cittadini che ritengano di essere vittima di episodi di malasanità imputabili alla responsabilità dei medici, possono rivolgersi allo sportello, che valuterà se sussista la possibilità di conciliare la controversia, accordando un risarcimento economico.

Al progetto sperimentale aderiscono alcune Compagnie Assicurative, l’Ordine degli Avvocati e la Corte d’Appello. Ciò consentirà di arrivare ad un accordo tra medico e paziente, al di fuori delle vie giudiziarie, e all’eventuale risarcimento economico richiesto dal paziente, entro 90 giorni dalla richiesta.

 

Come funziona

Lo Sportello riceve la domanda del cittadino e tutti i documenti necessari, valuta la disponibilità del medico a partecipare alla procedura conciliativa, trasmette tutto alla Commissione Tecnica.

La Commissione Tecnica è un organo indipendente formato da 2 avvocati, 2 medici legali ed un esperto assicurativo: esamina tutti gli atti della controversia. Se darà il suo benestare, un Conciliatore proporrà un accordo tra paziente e medico, da formalizzare presso la Camera di Conciliazione. Entrambi valuteranno se accettare la soluzione proposta o ricorrere alla giustizia ordinaria.

 

Dove rivolgersi

Lo Sportello di Conciliazione è presso la sede dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, in Via G, B. De Rossi, 9, nei giorni di lunedì e venerdì ore 9.00/13.00 e mercoledì ore 15.15/17.00, Tel. 06.4417121 o tramite il sito internet www.ordinemediciroma.it

 

In quali casi può intervenire “Accordia”

– Controversie tra medico e paziente e non tra le strutture coinvolte e la persona

– Controversie civili e non penali

– Controversie su eventi avvenuti nella Provincia di Roma, che hanno coinvolto medici iscritti all’Ordine

– Controversie che riguardino medici che abbiano preventivamente aderito al progetto “Accordia”

– Controversie per le quali non ci sia una richiesta di risarcimento per via legale

– Controversie con richieste di risarcimento non superiori ai 25.000 €.

 

Quanto costa

L’intervento di “Accordia” è gratuito.

,

Porta del Diritto

Cosa è

“La porta del Diritto “ è un progetto di orientamento giuridico gratuito istituito dal Comune di Roma in collaborazione con l’Ordine professionale degli Avvocati e della Camera di Conciliazione.

Dove è

È attivo presso i seguenti Municipi: I, III, IV, V, VI, VII, VIII, X, XIV, XV.

È possibile prenotare degli appuntamenti con i legali, che sono presenti presso gli URP (vedi) dei suddetti Municipi una volta al mese.

Per informazioni sugli orari e sedi telefonare al numero unico per le informazioni del Comune di Roma Tel. 06.06.06 o presso gli URP dei Municipi.

,

Gratuito Patrocinio

Cosa è

È un istituto che permette di farsi assistere da un avvocato e da un consulente tecnico, senza dover pagare le spese di difesa e le altre spese processuali.

 

A chi è rivolto

A tutti i cittadini sia italiani che stranieri, con un reddito annuo non superiore agli € 11.528,41; si tiene conto dei redditi esenti dall’IRPEF, come la pensione di guerra e l’indennità di accompagnamento. Nel giudizio penale il reddito è elevato di € 1.032,91 per ogni familiare convivente. È escluso chi è indagato o imputato per reati di evasione fiscale, chi è difeso da più di un avvocato.

 

Come attivarlo

Presentando la domanda di Gratuito Patrocinio con la documentazione in carta semplice attestante il reddito. La domanda, pena l’inammissibilità, deve essere firmata dall’interessato e la firma deve essere autenticata dal funzionario che riceve la domanda o dal difensore; può essere presentata dall’interessato, dal difensore o per raccomandata postale:

  1. in materia penale (in carta semplice): direttamente al Giudice che tratta il processo – Tribunale di Roma;
  2. in materia civile (domanda in carta da bollo da € 10,33) al Consiglio dell’Ordine degli avvocati, in P.zza Cavour – Palazzo di Giustizia – dal lunedì al venerdì ore 9.00/14.30.
,

Giudice di Pace

Che cosa è

Il Giudice di Pace è un magistrato onorario, ossia un giudice non togato.

 

Cosa fa

È il Giudice competente per le questioni riguardanti beni mobili il cui valore non ecceda i vecchi 5 milioni di Lire (€ 2582,28) (purchè non siano specificatamente assegnate dalla legge ad altro Giudice).

È competente per il risarcimento dei danni derivanti dalla circolazione dei veicoli purchè il risarcimento non ecceda il valore di 15.493,71 €.

È infine competente per questioni riguardanti l’apposizione di termini e l’osservanza di distanze stabilite dalla legge e per le modalità d’uso di beni condominiali.

Il cittadino si può rivolgersi al Giudice di Pace secondo le norme contenute nel codice di procedura civile ( art. 311- 322 c.p.c.). Comunque la domanda si propone mediante citazione che si può proporre anche verbalmente.

Il Giudice di Pace, dal 1° ottobre 2001, è anche un giudice penale: il decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274, ha attribuito alla sua cognizione, tra gli altri, alcuni reati di notevole diffusione, contro la persona, quali le percosse e le lesioni, l’omissione di soccorso; contro l’onore, quali l’ingiuria e la diffamazione; contro il patrimonio quali il danneggiamento e l’ingresso abusivo nel fondo altrui.

In caso di condanna il Giudice di Pace non applica pene detentive, ma pene pecuniarie o, nei casi gravi, può applicare la pena della permanenza domiciliare o su richiesta dell’imputato, la pena del lavoro di pubblica utilità.

 

Quanto si paga

Per le controversie di valore fino a € 1.100,00 si paga un contributo unificato di € 15,00.

Per le causa da 1.100,00 € fino a € 5.200,00 si paga un contributo unificato di € 35,00.

Alle persone che non hanno i mezzi per far fronte alle spese di una causa è assicurato, anche davanti al Giudice di Pace, il gratuito patrocinio (vedi), cioè la difesa a carico dello Stato.

 

Giudice di Pace di Roma

Civile: Via Teulada, 28/48 – Tel. 06.372731/06.37273212

Penale: Via Gregorio VII, 122 – Tel. 06.39975348

 

Giudice di Pace di Ostia

Via Costanzo Casana, 119 – Tel. 06.5696814