, ,

7 segnali che dimostrano una vagina non sana

Ogni donna dovrebbe preoccuparsi della protezione e della salute della vagina. Una vagina sana è acida, ed ha alte quantità di batteri utili a mantenere un livello normale di pH per combattere le infezioni.

Una vagina sana deve secernere piccole quantità di liquido. Di seguito trovi gli 8 segnali di una vagina non sana.

  1. Bruciore e prurito nella vagina e vulva
  2. Mucose gonfie, infiammate e doloranti
  3. Cattivo odore
  4. Sanguinamento (sopratutto dopo le relazioni sessuali)
  5. Secchezza
  6. Sanguinamenti anomali

segnali-vagina-sanaPer mantenere la vagina in salute, cerca di seguire questi consigli:

Mantieni l’equilibrio del pH: le lavande vaginali sono pericolose per la salute della vagina. Riducono l’acidità e interferiscono con i valori del pH della vagina, rendendola vulnerabile alle infezioni. I livelli normali di pH si trovano fra 3.8 e 4.5. Se la vagina ha un odore forte, vai dal medico.

Riduci i cibi processati: adottare una dieta salutare ed equilibrata è importantissimo per avere una vagina sana. Evita tutti i cibi processati: zucchero, carboidrati e bevande gassate possono causare infezioni.

Sesso protetto: meglio tenersi al riparo da malattie veneree, alcune delle quali incurabili. Usare il preservativo previene la trasmissione di batteri.

Riduci il fumo: oltre ai polmoni, il fumo colpisce anche la vagina. La nicotina rende più difficile l’equilibrio batterico.

Evita l’eccesso di antibiotici: consumali solo quando davvero necessario.

Scegli bene l’intimo: la pelle della vagina è molto sensibile, usa capi di cotone 100%.

Controlli regolari dal ginecologo: davvero importanti per la salute della vagina sono gli esami del ginecologo. Effettuali con regolarità.

Scegli bene il sapone intimo: nonostante l’ideale sia usare solo acqua, usare un sapone neutro, che non vada ad alterare i livelli di pH, è davvero importante.

 

FONTE

, ,

Consigli per mantenere la vagina pulita e sana

L’igiene intima è estremamente importante. Oltre a prevenire infezioni da virus e batteri, avere una vagina pulita vuol dire ridurre cattivi odori, fastidio ed irritazioni.

Queste infezioni batteriche possono portare a conseguenze anche gravi (cancro e infertilità). Per avere una igiene completa ed efficace, bisogna adottare abitudini salutari, nelle quali il ciclo mestruale gioca un ruolo molto importante.

igiene vaginaleLa vagina deve ricevere una cura giornaliera da parte nostra, e non deve essere mai trascurata.

Lava bene le mani prima di lavare i genitali: si tratta di una zona molto delicata ed esposta ai batteri. Usa un sapone intimo che sia neutro.

Dedica qualche minuto all’igiene intima in particolar modo dopo aver fatto esercizio, o durante il ciclo mestruale. Cambia l’intimo molto spesso.

Cerca di evitare le docce vaginali, in quanto possono irritare la vagina e renderla più vulnerabile. Non lavare mai all’interno della vagina: si tratta di una zona la cui auto-protezione basta a prevenire lo sviluppo di virus. Alterarne la composizione potrebbe limitarne l’efficacia. Lava bene, invece, la zona della vulva, seguendo movimenti dall’alto verso il basso, per impedire la proliferazione di germi.

Evita relazioni sessuali durante il ciclo mestruale. Anche fare pipì prima e dopo una relazione sessuale è molto importante.

 

FONTE

, ,

Rimedi naturali candida

Rimedi naturali candida

Di rimedi naturali per la candida ne esistono tanti, tutti più o meno efficaci. Ma cos’è la candida e come viene? La candida attacca sia uomini che donne, e può scatenarsi in qualsiasi parte del corpo (ascelle, dita dei piedi, genitali, etc.). Fra le donne, la candida è molto comune soprattutto nella vagina. Nonostante non sia una condizione molto grave, la candida è molto scomoda e irritante. Si tratta di piccolissimi organismi (detti anche funghi) che vivono in piccole quantità nel corpo umano. Quando il numero di questi piccoli organismi aumenta, si scatena la candida. Normalmente, l’acidità nella vagina mantiene questo numero basso ma, quando il livello di acidità scende (dovuto a condizioni quali mestruazioni, gravidanza, diabete, pillole anticoncezionali), il numero dei microrganismi cresce e causa l’infezione. Di seguito, alcuni rimedi naturali per la candida.

Rimedio naturale per la candida: lo yogurt

Sommergere un tampone nello yogurt e inserirlo nella vagina due volte al giorno. Da continuare per un altro giorno anche quando spariscono i sintomi.

Curare la candida con l’aglio

Quando la candida non colpisce la vagina, si può applicare dell’aglio direttamente sulle parti infette. Importante: non applicare sulla vagina.

Sintomi, cause e dieta come rimedio naturale per la candida

  • Prurito e bruciore alla vagina, possono iniziare come sintomi lievi per poi aumentare gradualmente
  • Gonfiore, bruciore e prurito alla vulva, che può risultare più sensibile al tatto
  • Fuoriuscita di materiale bianco e inodore dalla vagina
  • Dolore durante gli atti sessuali
  • Sensazione di bruciore intorno alla vagina mentre si orina

Se il corpo ha bassi livelli di immunità, è molto facile soccombere a tali condizioni nelle quali gli organismi della candida crescono più rapidamente.

  • Antibiotici
  • Tensione
  • Periodi mestruali
  • Diabete
  • Pillole anticoncezionali

Evitare di utilizzare roba intima che stringa molto, specie se di acrilico. Se si presentano i primi sintomi della candida, evitare di utilizzare tamponi e compresse e cercare di applicare i rimedi naturali per la candida descritti sopra. Evitare anche l’aerosol e altri agenti esterni che potrebbero causare o peggiorare l’infezione. Non rimanere con vestiti bagnati addosso. Cambiarsi con vestiti secchi e asciugare il corpo.

 

FONTE

, ,

I sintomi del tumore alle ovaie

I sintomi del tumore alle ovaie

Il tumore alle ovaie è uno dei più silenziosi e difficili da diagnosticare, in quanto i suoi sintomi possono confondersi con fastidi e disturbi più comuni e meno pericolosi.

E’ per questo che è importante conoscere le differenze fra i sintomi comuni, e quelli del tumore all’ovaio.

sintomi tumori ovaieIl cancro è una delle malattie più temute e mortali in quanto, nonostante i grandi passi avanti della scienza, è ancora difficile diagnosticarlo in tempo e trattarlo con successo.

Il tumore all’ovaio è uno dei più frequenti fra le donne. Così come molte altre malattie, se diagnosticato in tempo, anche il cancro può essere trattato.

Di seguito elenchiamo tutti i sintomi che potrebbero avvertirci della presenza di un tumore ovarico, da non sottovalutare e da sottoporre all’attenzione di un medico.

Dolore addominale: Un dolore nella zona pelvica o addominale, diverso dai tipici dolori da indigestione o mestruali, è uno dei sintomi di questo cancro. Alcune donne con diagnosi di tumore hanno detto di sentire crampi e dolori addominali frequenti.

Sanguinamento irregolare, e fuori dal ciclo mestruale, così come vesciche nella zona vaginale, secrezioni anomale e cambiamenti nel colore della pelle.

Indigestione, eccesso di gas, nausea e altri problemi gastrointestinali, come l’acidità.

Perdita dell’appetito: Il cancro influisce sul metabolismo.

Perdita di peso: Perdere 4 o più chili, senza essere sotto dieta o attività fisica.

Frequenza urinaria

Peso sullo stomaco dopo i pasti: Nelle fasi più avanzate del cancro ovarico, il tumore può raggiungere la superficie dello stomaco.

Diarrea e stitichezza: Sintomi di un tumore gonfio che fa pressione su stomaco, intestino e vescica.

Dolore nella zona lombare: Un dolore acuto e pungente.

 

FONTE