, ,

Tè al limone e salvia per eliminare il gonfiore addominale

Molte volte, le diete che seguiamo non sono così efficaci come pensavamo. Ciò può essere dovuto ad  un’infiammazione addominale, con relativo gonfiore. E’ per questo che ridurre questa infiammazione può aiutarci ad avere una pancia piatta.

Nonostante le cause di questa condizione siano molte e tutte diverse fra loro (intolleranza a determinati alimenti, una cattiva postura mentre si mangia), è possibile ridurla con un semplice infuso naturale.tè al limone e salvia

Questo infuso, a base di ingredienti naturali facili da ottenere, ci aiuta a sgonfiare la pancia in poco tempo.

Ingredienti: 4 foglie di salvia, il succo di 1 limone, 1 tazza di acqua calda.

Aggiungi le foglie di salvia e il succo di limone ad una tazza di acqua bollente. Fai riposare per 5 minuti e consuma preferibilmente al mattino e a stomaco vuoto.

Oltre a sgonfiare la pancia, questo infuso rinforza le pareti dello stomaco, facilita la digestione ed elimina le tossine in modo naturale, grazie agli alti livelli di vitamine, minerali e amminoacidi.

 

FONTE

, ,

Curare il fegato grasso con barbabietola e uva passa

Il fegato è senza dubbio uno degli organi più importanti del nostro corpo, in quanto si occupa di depurare tutto ciò che ingeriamo, filtrare il sangue per eliminare le tossine e i residui che possono fare molto male alla nostra salute.

Avere un fegato in salute è importantissimo proprio perché mantiene il nostro organismo libero da tossine. Consumare molta acqua è un ottimo metodo per mantenere un fegato pulito.

barbabietola uva passaTuttavia, vari fattori possono sovraccaricare il fegato: intossicazioni alimentari, il consumo di alcool o una dieta non molto equilibrata sono fra le cause più comuni.

La barbabietola e l’uva passa sono ricchi di antiossidanti che combattono i radicali liberi, oltre a contenere betalaine, fibre e ferro: tutte sostanze nutritive importanti per stimolare la pulizia e la disintossicazione.

Per preparare questo rimedio per depurare il fegato hai bisogno di: 700 grammi di barbabietola, 2 cucchiai di farina integrale, 200 grammi di zucchero e 100 grammi di uva passa.

Taglia la barbabietola a pezzi, e inseriscili in un contenitore di vetro assieme agli altri ingredienti. Versa dell’acqua bollente e fai raffreddare e fermentare per 1 giorno. Tappa il contenitore di vetro con un panno, affinché possa prendere aria. Una volta trascorse le 24 ore, filtra e consuma.

Puoi consumare 3 cucchiai al giorno, per una settimana. Poi puoi conservare il rimedio nel congelatore e ripetere il trattamento dopo 3 mesi.

 

FONTE

, , ,

Semi di frutta che aiutano a perdere peso

I semi di alcuni frutti sono particolarmente ricchi di fibre, che li convertono in vere e proprie manne per perdere peso. In questo articolo ti elenchiamo tutta la frutta i cui semi, commestibili, possono essere usati per perdere peso.

Melograno: Possiede un sapore eccellente, è ricco di fibra e di conseguenza ottimizza il transito intestinale, permettendo una migliore metabolizzazione degli alimenti.

semi di melogranoPapaia: I semi di questo frutto sono ideali per perdere peso, aiutano ad accelerare il transito intestinale e a garantire l’adeguata assimilazione di ciò che si consuma.

Zucca dolce: I suoi semi sono ricchi di minerali, proteine e steroli vegetali ottimi per ridurre il colesterolo e le probabilità di contrarre determinati tipi di cancro.

Avocado: I suoi semi contengono molta fibra solubile, secondo l’American Heart Association. Grazie a loro l’avocado aiuta a metabolizzare meglio i grassi.

Cacao: I semi di cacao stimolano il nostro sistema nervoso, e i suoi polifenoli sono ottimi per stimolare il nostro sistema digestivo, combattendo la stitichezza. Macina dei semi di cacao e fai sciogliere la polvere ricavata in acqua.

Cocomero: Fornisce al nostro corpo una grande quantità di fibra dietetica al corpo, oltre ad essere un ottimo diuretico per depurare l’organismo, eliminare le tossine accumulate e pulire i reni.

 

FONTE:

, , , , , ,

11 gravi forme di disidratazione che ti stanno facendo ammalare

L’acqua è senza dubbio uno degli elementi più essenziali per la nostra vita. Consumare molta acqua è di vitale importanza, in quanto ci aiuta a prevenire numerose malattie, anche gravi.

Aumentare il consumo giornaliero di acqua ci aiuta a ridurre il cancro, migliorare lo stato d’animo, migliorare la salute della pelle, promuovere la perdita di peso, depurare fegato e reni e allungare la speranza di vita. Dai 2 ai 3 litri è la quantità d’acqua consigliata da consumare ogni giorno.

11 gravi forme di disidratazione che ti stanno facendo ammalare

disidratazione corpo acqua

  1. Stanchezza: La disidratazione rallenta l’attività enzimatica nel nostro corpo, causando stanchezza e affaticamento.
  2. Asma ed allergie: La mancanza d’acqua obbliga il corpo a restringere le vie respiratorie, per consentire la conservazione di acqua. Il livello di istamina prodotta dal corpo aumenta esponenzialmente man mano che il corpo perde acqua.
  3. Colesterolo: Quando il corpo è disidratato, produce più colesterolo per prevenire la perdita di acqua dalle le cellule.
  4. Problemi al fegato e alla vescica: In un corpo disidratato, l’accumulo di tossine crea un ambiente favorevole allo sviluppo di batteri, esponendo fegato e vescica al rischio di infezioni, infiammazione e dolore.
  5. Stitichezza: Con poca acqua, il colon viene chiamato in causa per prelevare più acqua per fornire fluidi ad altre funzioni del corpo. Senza la quantità d’acqua necessaria, le feci viaggiano lentamente nell’intestino, causando stitichezza.
  6. Dolori articolari o rigidità: Le articolazioni hanno un’imbottitura di cartilagine, composta prevalentemente da acqua. Quando il corpo è disidratato, la cartilagine è debole e la riparazione delle articolazioni è lenta, creando dolore.
  7. Aumento di peso: Se disidratate, le cellule esauriscono l’energia necessaria. In questo scenario, le persone tendono a mangiare di più, quando in realtà il corpo ha bisogno solo di acqua.
  8. Invecchiamento precoce: Se cronicamente disidratati, gli organi del nostro corpo, tra cui quello più grande, la pelle, invecchiano prematuramente.
  9. Pressione alta: Se idratato, il corpo è composto al 92% da acqua. Se disidratato, il sangue diventa più spesso, rallentando il flusso e aumentando la pressione sanguigna.
  10. Problemi alla pelle: La disidratazione compromette il processo di eliminazione di tossine attraverso la pelle, rendendola più esposta a molte patologie, come dermatite o psoriasi.
  11. Problemi digestivi: La carenza d’acqua, così come di minerali alcalini come calcio e magnesio, può provocare una lunga serie di problemi digestivi come ulcere, gastrite e reflusso.

Corri a bere un bicchiere d’acqua, e comincia a bere di più!

 

FONTE

, , ,

Consigli naturali per appiattire la pancia

Per perdere peso ed avere una pancia piatta ci si affida a diete e metodi estremi, sperando che funzionino e di poter ottenere dei risultati.

Spesso però, dei piccoli accorgimenti possono essere più efficaci di diete o pastiglie: piccoli cambiamenti che possono rivoluzionare la tua dieta e, di conseguenza il tuo peso.pancia

  1. Riduci il consumo di sale
    Il sale è un elemento fondamentale della nostra cucina e fa bene alla salute. Ma troppo sale, al contrario, è molto dannoso. La ritenzione di liquidi è uno degli effetti dell’eccessivo consumo di sale ed una causa del gonfiore. Riduci il consumo di alimenti processati, fast-food e cibo congelato, tutti strapieni di sale.
  2. Bevi più acqua
    Un altro elemento essenziale per la vita, l’acqua non può che fare bene. Il corpo ha bisogno di molta acqua, e la disidratazione porta gonfiore e accumulo di grasso. Consuma almeno 2 litri d’acqua al giorno.
  3. Scordati le gomme da masticare
    Fanno deglutire aria che, finendo nello stomaco, crea gonfiore. Senza contare lo zucchero e le sostanze chimiche dannosissime per la salute.
  4. Camomilla
    Consumala dopo i pasti per rilassare lo stomaco. Lo stress ci fa produrre più acidi nel nostro stomaco, infiammandolo e facendolo gonfiare.

Ricorda di mangiare lentamente, masticando bene il cibo per aiutare lo stomaco a processarla meglio. Evita i cibi piccanti e le bevande alcoliche.

 

FONTE

, , ,

Gonfiore addominale: le cause più comuni

La maggior parte delle persone si sente gonfia varie volte al mese, soprattutto dopo i pasti. Alcune fra esse, però, si sentono gonfie più spesso, quasi sempre. Oggi ti spieghiamo le ragioni principali che spingono a sentire gonfiore addominale, e come disfarsene.

Molte persone associano il gonfiore addominale alla presenza di gas intestinale, altri alla presenza di rutti. Inoltre, si tende a credere che il gonfiore si avverta solo dopo aver mangiato troppo.

Secondo i medici, il gonfiore è in realtà gas bloccato nello stomaco. Ecco le ragioni principali:

  1. Carboidrati
    Il problema del gonfiore di solito si risolve con una dieta a basso contenuto di carboidrati. I carboidrati, se non digeriti correttamente, ci fanno sentire gonfi. Anche l’amido, lo zucchero e l’alcol contribuiscono al gonfiore addominale.
  2. Stress
    Molti studi hanno dimostrato che lo stress può farci sentire gonfi. Quando siamo sotto stress, il nostro cervello impedisce al sistema digestivo di funzionare correttamente. Mal di stomaco e stitichezza sono altre cause del gonfiore addominale.
  3. Non bevi acqua a sufficienza
    Nella maggior parte dei casi, i problemi cominciano proprio quando non si beve acqua a sufficienza. Caffè, alcol e zucchero favoriscono la disidratazione dell’organismo. Se sei un consumatore di questi tre alimenti, probabilmente hai un organismo disidratato o quasi. Cerca di consumare almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno.
  4. Mangi troppo velocemente
    Se ti senti gonfio, devi mangiare e bere più lentamente. E’ importantissimo masticare bene gli alimenti.

 

FONTE

, , , ,

Funzioni ed importanza del sistema linfatico

In questo articolo parleremo di quella che può essere definita la “rete fognaria” del nostro corpo”: sapevi che il sistema linfatico fa circolare, pulisce e filtra tutto il sangue del nostro organismo? E’ molto importante conoscere le sue funzioni, in modo da proteggerlo e garantirci una vita salutare.

Il corpo pompa circa il 90% del sangue, restituendolo al cuore. L’altro 10% è conosciuto come linfa, e non viene “restituito” ai canali linfatici per la sua eliminazione. Tutti i virus, i batteri, le tossine, le cellule tumorali e i prodotti chimici passano attraverso la linfa. Ogni diagnosi di cancro è accompagnata da una biopsia de linfonodi.

sistema linfaticoSe il sistema linfatico non funziona correttamente, tossine e cellule tumorali non vengono espulse dai condotti linfatici (verso fegato o reni), depositandosi nell’intestino. Queste tossine infettano il sistema, esponendo gli organi e provocando la metastasi: è così che si forma e propaga il cancro.

Consigli per avere un sistema linfatico funzionante

  1. Attività fisica: Ricorda, il sistema linfatico non ha un cuore. Il movimento dei muscoli stimola le valvole che aiutano a pompare la linfa verso il cuore.
  2. Yoga: I suoi effetti nel disintossicare e ringiovanire il sistema dei linfonodi sono noti. Inoltre, il yoga ci aiuta ad accelerare il processo di sudorazione, un potente disintossicante.
  3. Respirazione diaframmatica: Si tratta di un ottimo metodo per muovere la linfa verso i canali linfatici.
  4. Una dieta salutare: Eliminare i cibi geneticamente modificati o trattati con pesticidi, preferendo cibi biologici. Consuma alimenti integrali e molta verdura.
  5. Spazzolatura a secco al mattino: Usa una spazzola naturale ed effettua movimenti verso il cuore, dove si trova il condotto linfatico. La linfa drenerà verso quella direzione. Spazzola anche sulle braccia e gambe, sempre verso il cuore, seguendo movimenti circolari.
  6. Bere molta acqua tiepida: L’acqua è un lubrificante per la linfa, facendola scorrere più facilmente. L’acqua fredda potrebbe, al contrario, rallentare il flusso.

 

FONTE

, ,

8 erbe per disintossicare il fegato

Il fegato è uno degli organi più vitali, in quanto incaricato di espellere e pulire il corpo dalle tossine che entrano nel corpo. La funzione del fegato è indispensabile per il nostro organismo.

Proprio a causa dell’importanza di questo organo, è necessario mantenerlo pulito. Esistono molte erbe che ci aiutano a tale scopo, ecco le 9 più importanti.
erbe disintossicare fegato

  1. Corteccia di Borotutu: molto potente per disintossicare il fegato. Inoltre, viene usata per curare coliche biliari e itterizia. Ricca di antiossidanti, questa corteccia protegge il fegato dai danni più gravi.
  2. Cardo mariano: aiuta a disintossicare il fegato da alcol, rigenera il tessuto epatico danneggiato e stimola la produzione di bile.
  3. Fillanto: utilizzata da secoli dagli indigeni dell’Amazzonia, promuove l’eliminazione naturale delle tossine dal fegato e dalla cistifellea.
  4. Celidonia major: stimola la produzione di enzimi del pancreas, aiuta il fegato ad eliminare particelle estranee e stimola la produzione di bile.
  5. Radice di cicoria: aiuta a trattare malattie come itterizia, pietre epatiche, stitichezza ed indigestione.
  6. Radice di tarassaco: stimola il flusso di bile dal fegato, viene usata spesso per combattere il fegato grasso.
  7. Radice di curcuma: protegge e rigenera le cellule del fegato.
  8. Menta: stimola il flusso della bile, rilassando i condotti biliari ed espellendo i grassi. Inoltre, riduce il colesterolo cattivo, filtrando le tossine.

 

FONTE

, , ,

Rimedio per smaltire il grasso del ventre senza esercizi

Il rimedio che vi descriveremo in questo articolo è davvero molto efficace nel ridurre il colesterolo, eliminare il grasso ed espellere l’eccesso di liquidi dal corpo.

L’ingrediente principale di questo rimedio è la barbaforte piccante (o rafano rusticano), ricca di vitamina C, potassio, vitamine B1, B2 e B6, ferro, magnesio e fosforo. Ha la capacità di purificare l’organismo, accelerare il metabolismo e stimolare lo sviluppo di batteri buoni nello stomaco.

perdere peso senza eserciziPer preparare questo rimedio hai bisogno di: 125 grammi di barbaforte piccante, 4 limoni, 3 cucchiai di miele, 1 pezzo di zenzero.

Frulla barbaforte e zenzero, poi spremi i limoni e aggiungi al frullato. Continua a frullare per circa 2 o 3 minuti, poi aggiungi il miele e un pizzico di cannella. Conserva in un contenitore di vetro.

Prendi 1 cucchiaio per 2 volte al giorno, prima dei pasti o prima di fare attività fisica. La cura dura circa 3 settimane.

 

FONTE

, ,

Rimedio a base di curcuma per disintossicare il fegato

Tutti noi ci teniamo alla pulizia esterna: capelli, viso, ascelle o bocca. Ma quanti di noi puliscono e depurano gli organi interni? Spesso ci dimentichiamo di loro in quanto non visibili, pur essendo di vitale importanza per il nostro benessere.

Il fegato merita un’attenzione particolare: se non funziona correttamente, può portare ad una lunga serie di condizioni, anche gravi. In questo articolo ti spieghiamo come disintossicare il fegato con un rimedio a base di curcuma.

curcuma-disintossicare-fegatoAvere un fegato disintossicato ci offre una grandissima serie di benefici: migliora le funzioni del sistema immunitario, ci dà una pelle più salutare, previene i problemi alla circolazione, riduce il colesterolo, purifica il sangue e disintossica l’organismo in generale.

Hai bisogno di:

  • Acqua (da bollire)
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • 100 ml di latte di cocco
  • 2 cucchiai di miele biologico
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia naturale
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 2 cucchiaini di zenzero
  • 1 pizzico di pepe nero

Riempi metà tazza di acqua bollente. Aggiungi zenzero e curcuma, mescola per qualche secondo poi copri e fai riposare per circa 10-15 minuti. Mescola nuovamente ed aggiungi cannella, pepe nero, vaniglia e miele, poi riempi il resto della tazza con il latte di cocco.

Consuma una volta al giorno, per circa una settimana. Ripeti ogni 6 mesi.

 

FONTE